VERSIONE MOBILE
 Lunedì 24 Novembre 2014
RASSEGNA STAMPA
CESENA-SAMPDORIA - VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO TRA I BIANCONERI
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

RASSEGNA STAMPA

CORRIERE ROMAGNA - Bisoli "Questa è casa mia"

12.09.2012 12:07 di Francesco Satanassi  articolo letto 847 volte
Fonte: corriere romagna
© foto di Alberto Fornasari

Fa un certo effetto non tanto rivederlo, perchè è identico a prima, ma più che altro risentirlo. Fino a due anni fa, quando accendeva il megafono, la sua voce si sentiva fino alla Secante. Stavolta, invece, la voce è completamente sparita: «Mi dovete scusare - azzarda con l’aiuto di una caramella balsamica - ma l’ho persa stamattina (ieri, ndr) durante il primo allenamento: si vede che non ero più abituato ad urlare e forse ho esagerato». Ecco, per capire quanto sia carico Pierpaolo Bisoli, basta questa frase.

Casa dolce casa. Tiratissimo e con la maglietta da allenamento addosso, l’uomo di Porretta ha riavvolto la pellicola delle ultime ore cominciando da lunedì: «Innanzitutto vorrei spendere il primo pensiero per Nicola Campedelli. Lo capisco, perchè ho vissuto anch’io la sua situazione, ma gli dico di non mollare, perchè lui non è l’unico responsabile di quanto successo finora. Se devo essere sincero, non mi aspettavo che il presidente mi chiamasse. Ma ovviamente gli ho dato subito la mia disponibilità, perchè questa è casa mia».

Contorno. Il volume è basso, ma quando comincia a mulinare le braccia si capisce tutto ugualmente: «Da oggi dobbiamo ritrovare quell’entusiasmo che finora è mancato. E dobbiamo trovare un’identità. Io non sono Mago Merlino, quindi vi dico che all’inizio serviranno pazienza e comprensione. Solo così riusciremo a creare il fantastico clima che si respirava tre anni fa. La gente deve tornare allo stadio per divertirsi e innamorarsi di questa squadra».

Lavoro. Appunto, la squadra. Come l’ha trovata Bisoli? «In questo momento manca la fiducia mentale. Ieri (lunedì sera, ndr) ho fatto le 3 di notte davanti al dvd per rivedere le partite di campionato e mi sono accorto di quanto la squadra sia sfiduciata. Dovrò cercare di trasmettere calma e serenità a questi ragazzi, che mi hanno già dato la loro totale disponibilità. In carriera non sono mai subentrato a stagione in corso, ma questo non è un problema. Non conta quando si comincia, ma come: fosse per me ci saremmo allenati 5 ore anche lunedì e oggi (ieri, ndr) mi sono alzato alle 7 del mattino per andare a rescindere con il Bologna e guidare il primo allenamento».

Seconda puntata. Rispetto alla prima volta, ora Bisoli ha due esperienze in più sulle spalle in A. Cosa è cambiato? «Sul campo nulla, sono identico a prima. Fuori dal campo, adesso conto fino a 10 e a volte anche fino a 50. Torno a Cesena con lo stesso stato d’animo che avevo quando sono venuto da illustre sconosciuto, perchè non posso permettermi di vivere di ricordi».
Sui giocatori e il loro impiego, è lapidario: «Sarà il campo a giudicare, io non faccio il giudice ma l’allenatore. Come ben sapete non guardo le carte d’identità, ma i meriti. In questo momento la priorità è la fase difensiva, perchè la difesa è il reparto che ha bisogno di più tranquillità. Quanto al campo sintetico, valuterò in questi giorni: per me è una novità assoluta e prima di decidere dove svolgere gli allenamenti, voglio vedere come reagirà la squadra ai miei metodi». Bisoli come vice sarà affiancato dall’ex portiere Michele Tardioli nel ruolo di vice e dal fidato Riccardo Ragnacci come preparatore atletico (al suo fianco resta Mattia Vincenzi), mentre i portieri tornano ad allenarsi con Roberto Bocchino: «Il contratto? Ho firmato un biennale, perchè al massimo allenerò ancora per cinque anni. E almeno due li voglio fare qui».


Altre notizie - Rassegna stampa
Altre notizie
 

FINO ALLA FINE

1 L’illusione. La partita perfetta, dopo i disastri di Verona, è finalmente arrivata: peccato non sia stato sufficiente per raggiungere l’agognata vittoria. Tanto per dire quanto sia improba l’impresa a cui è chiamata la squadra quest’an...
Roma-Cesena 2-0

DOPO LA SAMP ARRIVA IL GENOA, MA IN LIGURIA SI TIFA CESENA

Anche a Pontedassio c’è un tifoso del Cesena. Non ha origini romagnole (la sua famiglia ha radici nelle Puglie e...

“CI POTEVA STARE UN RIGORE SU CAPELLI”

Per la moviola a “90° minuto” sui Raisport l’ex arbitro Tiziano Pieri di Genova ha preso in...

BISOLI: “TUTTI I CAMBI SONO STATI FORZATI, MA NON CASTIGHIAMO NICA”

Il Cesena ha pagato a caro prezzo l’errore di Nica, da poco entrato al posto dell’infortunato Perico. Bisoli...

CESENA SCONFITTO A SASSUOLO

In vantaggio con il solito Moncini la Primavera bianconera ha subito nella ripresa la rimonta del Sassuolo che si è...

ALLA SAMP SI VIAGGIAVA IN PORSCHE

Per differenza d’età la Sampdoria potrebbe considerarsi la mamma del Cesena. Genovese di nascita (1895)...
 
Juventus 31
 
Roma 28
 
Napoli 22
 
Sampdoria 21
 
Lazio 19
 
Genoa (-1) 19
 
Milan 18
 
Udinese 18
 
Inter 17
 
Fiorentina 16
 
Sassuolo 15
 
Hellas Verona 14
 
Empoli 13
 
Palermo (-1) 13
 
Torino 12
 
Cagliari 11
 
Atalanta 10
 
Chievo Verona 9
 
Cesena 8
 
Parma 6

   Tutto Cesena Web Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.