Lunedì 28 Luglio 2014
RASSEGNA STAMPA
Daily Network
© 2014
RASSEGNA STAMPA

CORRIERE ROMAGNA - Bisoli "Questa è casa mia"

12.09.2012 12:07 di Francesco Satanassi  articolo letto 753 volte
Fonte: corriere romagna
© foto di Alberto Fornasari

Fa un certo effetto non tanto rivederlo, perchè è identico a prima, ma più che altro risentirlo. Fino a due anni fa, quando accendeva il megafono, la sua voce si sentiva fino alla Secante. Stavolta, invece, la voce è completamente sparita: «Mi dovete scusare - azzarda con l’aiuto di una caramella balsamica - ma l’ho persa stamattina (ieri, ndr) durante il primo allenamento: si vede che non ero più abituato ad urlare e forse ho esagerato». Ecco, per capire quanto sia carico Pierpaolo Bisoli, basta questa frase.

Casa dolce casa. Tiratissimo e con la maglietta da allenamento addosso, l’uomo di Porretta ha riavvolto la pellicola delle ultime ore cominciando da lunedì: «Innanzitutto vorrei spendere il primo pensiero per Nicola Campedelli. Lo capisco, perchè ho vissuto anch’io la sua situazione, ma gli dico di non mollare, perchè lui non è l’unico responsabile di quanto successo finora. Se devo essere sincero, non mi aspettavo che il presidente mi chiamasse. Ma ovviamente gli ho dato subito la mia disponibilità, perchè questa è casa mia».

Contorno. Il volume è basso, ma quando comincia a mulinare le braccia si capisce tutto ugualmente: «Da oggi dobbiamo ritrovare quell’entusiasmo che finora è mancato. E dobbiamo trovare un’identità. Io non sono Mago Merlino, quindi vi dico che all’inizio serviranno pazienza e comprensione. Solo così riusciremo a creare il fantastico clima che si respirava tre anni fa. La gente deve tornare allo stadio per divertirsi e innamorarsi di questa squadra».

Lavoro. Appunto, la squadra. Come l’ha trovata Bisoli? «In questo momento manca la fiducia mentale. Ieri (lunedì sera, ndr) ho fatto le 3 di notte davanti al dvd per rivedere le partite di campionato e mi sono accorto di quanto la squadra sia sfiduciata. Dovrò cercare di trasmettere calma e serenità a questi ragazzi, che mi hanno già dato la loro totale disponibilità. In carriera non sono mai subentrato a stagione in corso, ma questo non è un problema. Non conta quando si comincia, ma come: fosse per me ci saremmo allenati 5 ore anche lunedì e oggi (ieri, ndr) mi sono alzato alle 7 del mattino per andare a rescindere con il Bologna e guidare il primo allenamento».

Seconda puntata. Rispetto alla prima volta, ora Bisoli ha due esperienze in più sulle spalle in A. Cosa è cambiato? «Sul campo nulla, sono identico a prima. Fuori dal campo, adesso conto fino a 10 e a volte anche fino a 50. Torno a Cesena con lo stesso stato d’animo che avevo quando sono venuto da illustre sconosciuto, perchè non posso permettermi di vivere di ricordi».
Sui giocatori e il loro impiego, è lapidario: «Sarà il campo a giudicare, io non faccio il giudice ma l’allenatore. Come ben sapete non guardo le carte d’identità, ma i meriti. In questo momento la priorità è la fase difensiva, perchè la difesa è il reparto che ha bisogno di più tranquillità. Quanto al campo sintetico, valuterò in questi giorni: per me è una novità assoluta e prima di decidere dove svolgere gli allenamenti, voglio vedere come reagirà la squadra ai miei metodi». Bisoli come vice sarà affiancato dall’ex portiere Michele Tardioli nel ruolo di vice e dal fidato Riccardo Ragnacci come preparatore atletico (al suo fianco resta Mattia Vincenzi), mentre i portieri tornano ad allenarsi con Roberto Bocchino: «Il contratto? Ho firmato un biennale, perchè al massimo allenerò ancora per cinque anni. E almeno due li voglio fare qui».


Altre notizie - Rassegna stampa
Altre notizie
 
Festeggiamenti a Berlino per i Mondiali

“DEDICATO A TUTTI I BAMBINI CHE AMANO IL CESENA”

Sulla sua pagina facebook il presidente bianconero Giorgio Lugaresi ha scritto: “Il Memorial a mio padre Edmeo con la...

DUE PRIMAVERA AGGREGATI ALLA PRIMA SQUADRA

Da ieri sono aggregati alla prima squadra in ritiro ad Acquapartita anche due giovani della Primavera, il difensore Davide...

FOSCHI: "AVREI CONTINUATO A FARE IL CAMERIERE SE..."

La presentazione, ieri a Cesenatico, del libro “Il capanno sul porto” di Italo Cucci dedicato al conte Alberto...

L’UNICO SUPERSTITE È RODRIGUEZ

Tra i bianconeri a disposizione di Bisoli il giocatore di maggiore esperienza è senza dubbio Stefano Lucchini che...
 
Palermo 86
 
Empoli 72
 
Latina 68
 
Cesena 66
 
Modena 64
 
Crotone 63
 
Bari 63*
 
Spezia 62
 
Siena 61*
 
Virtus Lanciano 60
 
Avellino 59
 
Carpi 59
 
Brescia 59
 
Trapani 57
 
Pescara 52
 
Ternana 51
 
Cittadella 47
 
Varese 47
 
Novara 44
 
Padova 41
 
Reggina 26*
 
Juve Stabia 19
Penalizzazioni
 
Bari -4
 
Reggina -3
 
Siena -8

   Tutto Cesena Web Norme sulla privacy