“Vorrei Drago qui ancora 5 anni”

“Vorrei Drago qui ancora 5 anni”

Il ds Foschi: “Mi ricorda Prandelli, Guidolin e Zeman. È la garanzia del nostro progetto, della nostra continuità”.

Commenta per primo!

Non poteva che essere esaltato il ds bianconero Rino Foschi, intercettato dal Corriere Romagna per commentare la prestazione di venerdì sera contro il Cagliari: “Sia l’allenatore che la squadra sono stati perfetti. La strada è ancora lunga e non abbiamo ancora fatto nulla, ma vorrei sottolineare l’età media della squadra scesa in campo venerdì: questa è una squadra con un futuro. Forse non ci stiamo rendendo conto di quale processo di crescita stiamo compiendo e dei risultati che stiamo raggiungendo. L’eccesso di gioventù poi effettivamente lo si paga con una minore e esperienza e personalità nei momenti di difficoltà. Anche Drago sta maturando insieme al resto della squadra. Mi ricorda i due allenatori che mi hanno dato di più in carriera, ovvero Prandelli e Guidolin, ma per certi principi tattici mi ricorda anche Zeman: Davanti ha un futuro luminoso, ne sono certo. Per quanto riguarda il suo rinnovo, io lo terrei per 5 anni, ma non è nel mio stile concedere contratti pluriennali agli allenatori: alla fine di ogni stagione bisogna poter analizzare l’operato. Detto questo io vorrei che Drago fosse per noi quello che Sarri è stato per l’Empoli: è la nostra garanzia di continuità, del nostro progetto. Per il rinnovo quindi basterà una stretta di mano. Oltre alle capacità tecniche per le quali l’ho voluto a Cesena, di lui mi ha stupito la dedizione alla causa del Cesena: mi fido ciecamente di lui, e lui di me. Ora basta che altrimenti si monta la testa: martedì ci aspetta una partita durissima con lo Spezia. Di Carlo? Persona corretta e per bene. Lo sento ancora spesso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy