«Un punto a Vicenza è positivo»

«Un punto a Vicenza è positivo»

«Allenarmi in nazionale con gente come Rugani e Romagnoli non può che farmi bene»

Commenta per primo!

Mattia Caldara anche ieri è stato il migliore in campo del Cesena: grinta, precisione, pulizia negli interventi e pure il primo gol in maglia bianconera.

«Sono contentissimo di aver segnato anche se parte del merito spetta a Franck per avermi servito un pallone delizioso, peccato solamente non essere riuscito a realizzare il secondo goal, sarebbe stato importante per me e per la squadra. Dedico il gol che ho segnato alla mia famiglia e alla mia ragazza . Abbiamo affrontato una squadra molto organizzata ma non ci siamo fatti trovare scoperti, li abbiamo aspettati e abbiamo tentato di ripartire. In fin dei conti un punto su un campo difficile come quello di Vicenza non può che essere positivo»

L’Under 21 ha “scippato” Caldara al Cesena settimana scorsa, ma può rappresentare anche una grande occasione di crescita.

«Sicuramente allenarsi al fianco di coetanei come Romagnoli e Rugani è una buona opportunità per crescere guardandoli da vicino ed imparando da loro i vari movimenti difensivi».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy