“Non mi sarei mai aspettato un 6° posto a 68 punti”

“Non mi sarei mai aspettato un 6° posto a 68 punti”

Il direttore Rino Foschi sulla “regular season” di B appena terminata: “Pensavo che avremmo sofferto molto di più. L’abbraccio a Drago al fischio finale ad Avellino è stata una liberazione”.

Commenta per primo!

Tanto orgoglio nelle parole rilasciate da Rino Foschi al Corriere Romagna sulla stagione bianconera appena terminata: “Visti i nostri problemi il 6° posto a 68 punti è stato un capolavoro. Il fischio finale ad Avellino e l’abbraccio a Drago sono stati una vera e propria liberazione. La qualità della rosa era alta, è vero, ma con un’età media come la nostra, le delusioni dell’anno scorso e tutti i problemi extra-calcistici che sono emersi non mi sarei mai aspettato un risultato come questo. È stato un percorso straordinario, soprattutto in casa, e sono orgoglioso sia del mio lavoro che di quello di Drago. Ora per  playoff contano i valori e la testa: comincia la parte più difficile e imprevedibile. Lo Spezia è completamente diverso da quello dell’andata e con Di Carlo hanno sbagliato solo col Como“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy