Lo scrittore Lugaresi: “Il calcio? Una sofferenza che vivo da quando ero bambino”

Lo scrittore Lugaresi: “Il calcio? Una sofferenza che vivo da quando ero bambino”

Il presidente del Cesena sabato presenta il suo libro autobiografico: “Nel testo non ci sono bugie, per me conta questo”

Commenta per primo!

“I viaggi e la caccia sono le mie passioni, diventate poi un lavoro. Con il calcio, invece, è diverso: per me è una sofferenza che vivo da quando ero bambino”. In una lunga intervista rilasciata al Corriere Romagna, il presidente del Cesena, Giorgio Lugaresi, si è messo a nudo ripercorrendo i capitoli più significativi di “Il percorso è più importante della meta”, il libro autobiografico in vendita da qualche giorno. “Ho messo in conto le critiche, scrivendo questo libro, ma nel mio testo non ci sono bugie e per me conta questo. Scrivere ha avuto una funzione terapeutica, anche se da quando sono tornato a ricoprire il ruolo di presidente ho avuto molto meno tempo. Come comincerei se dovessi scriverne un altro? Così: non sono più il presidente del Cesena. E il Cesena non ha più debiti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy