Il doppio ex Superbi: “Domani in palio c’è una posta altissima”

Il doppio ex Superbi: “Domani in palio c’è una posta altissima”

L’attuale direttore sportivo dell’Entella: “Garritano è il bianconero che mi ha colpito di più”

Commenta per primo!

Matteo Superbi, intervistato da Il Resto del Carlino, è il doppio ex di domani: cresciuto nella Spal (5 anni di settore giovanile e poi l’esordio in prima squadra nel ’87), ha militato per tre stagioni a Cesena (dal ’97 al 2000). Con il Cavalluccio ha centrato la storica promozione in B del 1997-’98: “Domani in palio c’è una posta altissima. Sono due squadre partite con obiettivi opposti e che ora si ritrovano a sorpresa in posizioni inaspettate. Che cosa non ha funzionato per il Cesena? C’è stata una determinate componente di sfortuna che ha minato il cammino bianconero. Il Cavalluccio non ha finora trovato continuità, elemento fondamentale per scrollarsi di dosso il rischio retrocessione. I giocatori? Seguo spesso le partite e devo ammettere che Garritano è il giocatore che mi ha colpito maggiormente”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy