Cesena bello ma sprecone: al Liberati finisce 1-1.

Cesena bello ma sprecone: al Liberati finisce 1-1.

Continua la maledizione in trasferta per i bianconeri, che a Terni si portano in vantaggio con Rosseti ma vengono rimontati immediatamente da Ceravolo. Decidono gli errori difensivi di entrambe le squadre e l’imprecisione sotto porta.

Commenta per primo!

Non basta una buona prestazione e una gran quantità di occasioni create: la maledizione delle trasferte continua a rallentare la corsa verso i playoff del Cesena, che con la Ternana non riesce ad andare oltre l’1-1. La partita sembra mettersi subito sui binari giusti per gli uomini di Drago, che si portano in vantaggio dopo appena 15′: Ragusa approfitta di un pasticcio difensivo tra Santacroce e Gonzales per servire a centro area Rosseti, il quale a botta sicura trafigge Mazzoni. Neanche il tempo di festeggiare ed ecco che però la difesa del Cesena ricambia il favore, con Magnusson e Gomis che in uscita non si intendono, aprendo di fatto la porta a Ceravolo, che non sbaglia. Il resto della partita vede i bianconeri nettamente in controllo del gioco e alla costante ricerca del gol del vantaggio, soprattutto con gli ottimi Ragusa e Falco, che però non riescono a sorprendere Mazzoni. Clamorose le occasioni capitate nel secondo tempo a Perico, Rosseti e Ragusa (traversa all’ultimo minuto per l’ex della partita), con la Ternana che però riesce sempre a cavarsela, portandosi a casa un punto che di fatto vuol dire salvezza. Il Cesena si deve invece accontentare di arrivare allo scontro diretto di sabato prossimo con gli stessi punti del Novara e temporaneamente anche dello Spezia. Da segnalare infine le squalifiche rimediate da Sensi (ammonito in diffida) e Rosseti (espulso nel finale per protesta nei confronti dell’arbitro Serra).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy