Cesena, altri due punti persi

Cesena, altri due punti persi

Finisce 1-1 ad Avellino: ai bianconeri non bastano 17 tiri per vincere

Commenta per primo!

Il Cesena pareggia per 1-1 ad Avellino, un risultato che a fine gara sa tanto di ennesima grande occasione sciupata dai bianconeri, che tirano per ben 17 volte trovando la via del gol solo una volta e con un grave errore del portiere. Gli ospiti cominciano alla grande ma al primo affondo sono gli irpini a segnare: minuto 12, lancio dalla propria trequarti di Jidayi, Ligi manca la palla e Ardemagni se la ritrova sul destro battendo Agliardi a tu per tu. Il Cesena non si scompone e pareggia al 27′: destro di Laribi dai 25 metri sporcato da Omeonga, con Radunovic che prova a bloccare perdendo la palla per la più classica delle papere. Nel finale di primo tempo doppia occasione per Cocco (bravo stavolta Radunovic) e Garritano (destro alto da buona posizione). A metà ripresa prima Laribi trova sul suo colpo di testa il salvataggio sulla linea di D’Angelo, poi al 69′ Ardemagni applaude ironicamente l’arbitro che lo aveva appena ammonito guadagnandosi il rosso. Il Cesena può vincerla ma si divora l’impossibile: all’83’ Balzano crossa per Ciano, la sua deviazione di testa andrebbe in porta ma colpisce Panico in traiettoria. Al 91′ Garritano trova in area Di Roberto che da pochi metri indirizza fuori di testa. Poco prima anche l’Avellino si era mangiato una ghiotta occasione con Bidaoui, che dopo una serpentina in area su Di Roberto e Capelli si era trovato davanti ad Agliardi calciando incredibilmente sull’esterno della rete.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy