Caso Dalmonte, la Procura ha chiesto due anni di squalifica

Caso Dalmonte, la Procura ha chiesto due anni di squalifica

A fine settembre il processo per il giocatore del Cesena positivo a un controllo antidoping

Commenta per primo!

La richiesta è pesantissima: 2 anni di squalifica. Ecco quello che la Procura ha chiesto nei confronti di Nicola Dalmonte, il giovane talento del Cesena trovato positivo al Clostebol Metabolita in un controllo antidoping effettuato al termine di Pescara-Cesena dello scorso 15 aprile. Per Mattia Grassani, si legge su Il Resto del Carlino, ci sono ancora tre mesi di tempo per preparare con cura la linea difensiva da adottare: è stata fissata per il prossimo lunedì 26 settembre l’udienza in cui avverrà il dibattimento di fronte al Tribunale Nazionale Antidoping al termine della quale si conoscerà la sentenza. “Pensiamo che ci siano gli spazi per ottenere qualcosa di diverso rispetto alla richiesta di partenza – dichiara il pensiero del presidente del Cesena Giorgio Lugaresi –. Mi dispiace per il ragazzo e anche che l’udienza sia stata spostata così avanti nel tempo, probabilmente sarebbe stato meglio intervenire subito”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy