Camplone non si nasconde: “Il Cesena deve cambiare atteggiamento”

Camplone non si nasconde: “Il Cesena deve cambiare atteggiamento”

Il tecnico bianconero: “A La Spezia non abbiamo fatto nulla per vincere. Setola? Il migliore in campo”

Commenta per primo!

Andrea Camplone non ha dubbi: contro lo Spezia avrebbe voluto vedere un altro Cesena. “Mi aspettavo una partita più maschia. Sapevamo tutti che avremmo trovato uno Spezia aggressivo e combattivo e avremmo dovuto contrastarli colpo su colpo invece abbiamo fatto troppo poco per poter pensare di portare a casa dei punti importanti. Nel secondo tempo lo Spezia ha abbassato molto l’intensità di gioco, probabilmente perché a corto di energie, noi invece che approfittarne ci siamo adeguati al loro ritmo. Dobbiamo cambiare assolutamente la mentalità altrimenti troveremo grosse difficoltà su ogni campo, comprese le partite casalinghe. La classifica? Siamo penultimi, evidentemente è la posizione che ci meritiamo. Dobbiamo giocare sempre per i tre punti, poi se alla fine arriva il pareggio, lo portiamo a casa ma è questa la mentalità che mi aspetto da una squadra che vuole uscire da questa situazione”. La costruzione del gioco è stata insufficiente al Picco: “Giocando con un’attaccante veloce e meno abile di testa come Rodriguez, ho chiesto ai ragazzi di impostare la manovra dalla difesa ma mi è sembrato che ci sia stata poca lettura della situazione; l’allenatore può spiegare e lavorare su tanti schemi ma poi nel calcio esiste l’imprevedibilità, la giocata del singolo, non basta fare il proprio compitino”. Infine, due parole per il debutto di Setola: “Il migliore in campo. Penso che un classe ’99, al debutto con la prima squadra e in un campo così importante come questo di La Spezia non avrebbe potuto fare di meglio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy