Camplone: “Non mi accontento del pari”

Camplone: “Non mi accontento del pari”

Il tecnico presenta la sfida di domani sul campo dell’Avellino

Commenta per primo!

Andrea Camplone, nella conferenza stampa di presentazione del match di domani ad Avellino, taglia corto e precisa fin da subito: “Non mi accontento del pareggio, servono punti subito per chiudere in fretta il discorso-salvezza. Siamo in un ottimo momento e dobbiamo cavalcare l’onda più a lungo possibile, ai ragazzi ho detto che dipende solo da loro: voglio vedere una squadra attenta, vogliosa e cattiva. Con queste doti possiamo battere tutti, senza invece rischiamo di perdere con chiunque. Con questa trasferta inizia un mini-torneo di 6 partite dove servono 6 punti per salvarsi. Se poi i tanti scontri diretti sugli altri campi finiscono in un certo modo potrebbero servirne anche meno”.

Il tecnico bianconero non scioglie la riserva sul modulo di partenza: “In settimana ho provato il 4-3-3, è vero, ma potrei anche partire con la difesa a 3 schierando Rigione titolare: non ha il giusto ritmo-partita ma posso cambiare assetto anche a partita in corso, in base a come andrà l’incontro”.

Laribi, promosso a regista titolare per il forfait di Schiavone, può essere l’uomo-chiave del finale di stagione? “Può esserlo lui come anche altri ragazzi che finora hanno avuto poco spazio, come Panico e Vitale. Le assenze saranno ancora tante ma chi gioca sta facendo molto bene e loro tre in particolare possono darci una grossa mano con la loro freschezza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy